Una giornata nell'Antica Roma

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una giornata nell'Antica Roma

Messaggio  Admin il Mer Mar 17, 2010 4:19 pm

La storia dell’antica Roma è senza dubbio un argomento affascinante, studiato da molti storici e divenuto argomento di molti libri. Fin dai tempi della scuola siamo stati abituati però a studiare sui libri di storia soltanto la Roma politica con le imprese dei suoi grandi condottieri e le sue istituzioni, la potenza militare di un Impero che ha allargato i suoi confini su tutte le terre fino ad allora conosciute, i grandi personaggi della letteratura e della cultura latina.
Passeggiando tra le rovine antiche dell’Urbe, tra Fori e templi, almeno una volta qualcuno di noi si sarà chiesto invece come in realtà potesse essere la vita quotidiana dei cittadini, della gente del popolo, alle prese tutti i giorni con una “metropoli” che all’epoca contava quasi un milione e mezzo di abitanti.
Come viveva e lavorava un cives romanus? Che cosa mangiava? Quali erano le sue abitudini e come trascorreva il tempo libero? La risposta a tutte queste domande è il nuovo libro di Alberto Angela Una giornata nell’antica Roma, uno straordinario ed affascinante viaggio di ventiquattro ore, dall’alba al tramonto, nella Roma di duemila anni fa.
Con il solito stile chiaro ed efficace, con il solito modo originale di raccontare la storia, che l’autore utilizza con successo anche nelle sue trasmissioni in tv, Alberto Angela ci guida per mano in questa incantevole passeggiata per le vie e per i vicoli della Roma di Traiano, entrando nelle case e nei palazzi, nei mercati e nelle taverne, alle terme o al Colosseo, per scoprire e indagare tutte le curiosità e i piccoli grandi dettagli della vita dei nostri antenati latini, dai ricchi patrizi ai poveri plebei.
Una passeggiata che diventa così anche un’avventura in un mondo lontano eppure tanto simile al nostro, che sembra quasi far parte di noi. Si riscontrano molte somiglianze con i nostri usi e costumi contemporanei, tutti noi del resto siamo “figli” della cultura latina che è il fondamento su cui poggia tutta la cultura occidentale.
Divulgazione ed erudizione si intrecciano dunque in quest’opera che è il frutto di studi storici rigorosi e di dati raccolti in oltre quindici anni di riprese sui siti archeologici dell’antica Roma e del suo vasto Impero.
In una sorta di macchina del tempo Alberto Angela catapulta il suo lettore all’alba di un giorno qualsiasi del 115 d.c, nella Roma di Traiano, quando la capitale dell’Impero era al culmine della sua potenza politica e militare.
…..E il viaggio ha inizio……

….Alle prime luci dell’alba, in una domus patrizia, si assiste al diverso risveglio di schiavi e padroni, si esplora la casa con le sue pareti ricche di affreschi vivi e colorati, con il suo arredamento fatto di panche e sgabelli ma anche di suppellettili egiziane o etrusche. Si illustrano le attività che riguardano la cura della casa per poi soffermarsi sul rituale della vestizione del dominus e sui segreti dell’abbigliamento e del trucco della padrona di casa.
Dal silenzio della domus si passa nelle affollate e rumorose strade della capitale che si sta svegliando, dove, addentrandosi tra le botteghe e le case della Roma popolana, si osservano i colori accesi delle statue, personaggi dediti a ogni sorta di traffici commerciali, i motti arguti e i graffiti “osé” incisi sui muri scrostati delle case popolari, si aprono le porte degli appartamenti delle insulae e si osservano i loro interni.
Nelle insulae, quartieri formati da caseggiati verticali, veri e propri “palazzi” che potevano raggiungere anche altezze eccezionali per l’epoca, si muoveva confusamente una varia umanità: portinai, ex legionari, schiavi impegnati nei lavori più diversi, amministratori di condominio pronti a riscuotere affitti e subaffitti.
Non mancano le soste ai Fori, cuore economico e politico della Roma imperiale o alle terme, per ascoltare dottissime arringhe o triviali barzellette; si entra nel circo o al Colosseo per assistere ai combattimenti dei leggendari gladiatori; si scopre il lavoro dei cuochi che preparano un banchetto, si indaga sui segreti inconfessabili e sui vizi della vita sessuale di patrizi e plebei…..
Grandi scoperte e piccole curiosità dunque si animano in questo libro che è un grande regalo per tutti gli appassionati di storia e non solo.
Alberto Angela, in questo suo efficace e ben documentato affresco dell’antica Roma, risveglia il volto intimo e quotidiano della storia, offrendo un omaggio a quella storia fatta, non dai grandi personaggi, ma da ogni singolo uomo, da quei cittadini romani che con le loro attività quotidiane e le loro energie hanno contribuito alla grandezza e alla potenza di un Impero.
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 08.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://www.facebook.com/pages/Forum-Sapiens/122494744442011?v=wa

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum